IT-CPA-ST0069-0000001

Archivio dell'Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica

22 febbraio 1988 - 13 settembre 2011
con docc. in copia dal 1971.

71 buste (con all'interno 1 registro, 436 fascicoli)

Si compone della documentazione prodotta dall'Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica.
A questa parte di docc. in originale si affiancano due sezioni di documentazione, parte in copia, parte in originale, raccolta dall'ente non solo nel corso della sua attività istituzionale legata alla memoria della strage, ma anche in quanto (…)

vai al menu di navigazione nell'archivio

Identificazione

Identificativo scheda IT-CPA-ST0069-0000001
Identificativo gerarchico scheda 00001
Livello di descrizione fondo
Denominazione Archivio dell'Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica
Data 22 febbraio 1988 - 13 settembre 2011
con docc. in copia dal 1971.
Consistenza 71 buste (con all'interno 1 registro, 436 fascicoli)
Soggetto conservatore Istituto per la storia e le memorie del '900 Parri Emilia-Romagna
Via S. Isaia 18 - 40123 Bologna
vai alla scheda

Contesto

Soggetti produttori
Storia archivistica Prodotto e conservato presso la sede dell'Associazione, nel 2006 il fondo è stato depositato presso l'Istituto storico Parri Emilia-Romagna e sottoposto ad un primo intervento di riordinamento ed inventariazione a cura di Federica Malaguti che ha individuato al suo interno le seguenti partizioni:

-Serie A "Inchiesta giudiziaria";
-classe I "Inchiesta del sostituto procuratore Aldo Guarino e inchiesta del sostituto procuratore Giorgio Santacroce e del giudice Vittorio Bucarelli";
-classe II "Perizie inchiesta del giudice Vittorio Bucarelli";
-classe III "Inchiesta del giudice Rosario Priore";
-classe IV "Perizie del giudice Rosario Priore";
-classe V "Decreti di sequestro e acquisizione inchiesta giudice Rosario Priore";
-classe VI "Terza corte di assise di appello di Roma".

-Serie B "Inchiesta amministrativa";
-classe I "Commissione presieduta dal senatore Libero Gualtieri";
-classe II "Commissione presieduta dal senatore Giovanni Pellegrino".

-Serie C "Archivio privato Daria Bonfietti";
-classe I "Carteggio";
-classe II "Attività politica";
-classe III "Attività legislativa e parlamentare";
-classe IV "Rassegna stampa".

-Serie D "Fondo Associazione parenti delle vittime";
-classe I "Corrispondenza";
-classe II "Convegni, anniversari, eventi";
-classe III "Contabilità";
-classe IV "Miscellanea";
-classe V "Rassegna stampa".

Tale ordinamento attesta l'importanza attribuita dall'Associazione alla raccolta di documentazione in copia relativa alle inchieste giudiziaria e parlamentare, ritenuta strumento fondamentale per la tutela dei parenti delle vittime e per la ricerca della verità sulla vicenda. La descrizione di tale documentazione è di conseguenza collocata in testa rispetto a quella dell'archivio proprio dell'ente, considerato secondario rispetto al perseguimento dei fini istituzionali. L'archivio dell'Associazione segue inoltre, in ordine di rilevanza, lo stesso fondo personale della presidente Daria Bonfietti.
Il 28 marzo 2011 con nota prot. n. 1464 è stato avviato dalla Soprintendenza archivistica per l'Emilia-Romagna il procedimento per la dichiarazione di interesse storico particolarmente importante, ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. 22 gen. 2004, n. 42, Codice dei beni culturali e del paesaggio.
Con provvedimento della Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici dell'Emilia-Romagna n. 18 del 26 luglio 2011 l'archivio è stato dichiarato di interesse storico particolarmente importante.
Modalità di acquisizione Nel 2006 il fondo è stato depositato presso l'Istituto storico Parri Emilia-Romagna di Bologna.
Nel corso del 2011 il fondo è stato soggetto ad implementazioni ed integrazioni; in particolare nuova documentazione è stata inserita nelle serie "Anniversari ed eventi" (anche grazie al contributo fornito da Tomaso Mario Bolis di Officina immagine) e "Rassegna stampa".

Contenuto

Si compone della documentazione prodotta dall'Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica.
A questa parte di docc. in originale si affiancano due sezioni di documentazione, parte in copia, parte in originale, raccolta dall'ente non solo nel corso della sua attività istituzionale legata alla memoria della strage, ma anche in quanto associazione di persone diversamente in causa nell'indagine giudiziaria, poiché costituitesi parti civili, e dunque relativa all'accertamento delle responsabilità del disastro. Si tratta delle sezioni denominate:

- "Inchiesta giudiziaria", che si compone di docc. in copia relativi al procedimento penale n. 527/84A contro ignoti per il delitto di naufragio, sommersione o disastro aviatorio, prodotti dalla Procura della Repubblica di Palermo e di Roma, e dall'Ufficio istruzione del Tribunale di Roma relativamente alla fase istruttoria, e dalla 3ª sezione della Corte d'assise di Roma, relativamente alla conseguente fase dibattimentale;
- "Inchiesta parlamentare", che si compone di docc. prodotti dalla Commissione parlamentare d'inchiesta sul terrorismo in Italia e sulle cause della mancata individuazione dei responsabili delle stragi relativi al filone d'inchiesta sull'incidente aereo di Ustica.
Criteri di organizzazione Nel corso del presente intervento di ordinamento e inventariazione la precedente struttura dell'archivio è stata parzialmente modificata: in prima istanza sono state descritte le serie di documentazione direttamente prodotta dall'ente ed espressione della sua amministrazione e del suo funzionamento; di seguito è stata collocata la documentazione, parte in copia, parte in originale, riconducibile all'esercizio delle funzioni statutarie di tutela dei parenti delle vittime e di ricerca della verità.
La documentazione è stata di conseguenza articolata nelle seguenti serie:

- verbali;
- corrispondenza;
- anniversari ed eventi;
- studi e pubblicazioni;
- fotografie;
- rassegna stampa;
- gestione conto corrente;
- ricevute di pagamento.

La sezione di documentazione, parte in copia, parte in originale, denominata "Inchiesta giudiziaria" è stata articolata in quattro serie corrispondenti alle diverse tipologie documentarie prodotte nel corso dell'istruttoria e del dibattimento:

- perizie;
- indagini;
- decreti di sequestro e di acquisizione;
- sentenza e proposte di appello.

La sezione si compone inoltre di documentazione di natura elettronica:

- trascrizione elettronica del fascicolo processuale penale;
- trascrizioni elettroniche delle udienze in aula.

La sezione di documentazione, parte in copia, parte in originale, denominata "Inchiesta parlamentare" è stata articolata in due serie corrispondenti alle diverse tipologie documentarie prodotte nel corso dei lavori della Commissione:

- resoconti stenografici delle sedute;
- relazioni.

Alle bb. ed ai fascc. è stato attribuito un numero di corda progressivo che riparte da 1 per ciascuna delle serie originali e per ciascuna delle serie presenti all'interno delle sezioni di documentazione in copia (cosiddetta numerazione "a serie aperta").
Incrementi previsti Il soggetto produttore è ancora attivo, di conseguenza sono previsti periodici incrementi della documentazione.

Fonti e risorse collegate

Vedi anche le seguenti schede pubblicate nel portale:
  • Archivio sonoro dell'Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica 1980 giu. 27 - 1998 mar. 20
    Presso il fondo sonoro dell'Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica sono conservate le registrazioni delle conversazioni telefoniche e comunicazioni radio intercorse la notte del disastro aereo di Ustica, nonchè di interviste e telefonate alla presidente Daria Bonfietti, trasmissioni radiofoniche e sedute della Commissione parlamentare d'inchiesta sul terrorismo in Italia.
  • Archivio audiovisivo dell'Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica
    Presso il fondo audiovisivo dell'Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica sono conservate le registrazioni di trasmissioni televisive, documentari, inchieste, telegiornali, film e spettacoli che hanno avuto come principale oggetto di analisi la strage di Ustica.
  • Archivio di Daria Bonfietti 1986 feb. 12 - 2010 set.
    Presso il fondo Daria Bonfietti è conservata documentazione relativa all'attività pubblica svolta dalla Bonfietti in qualità di presidente dell'Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica (a partire dal 1988) e di parlamentare, prima alla Camera dei deputati (1994-1996), in seguito al Senato della Repubblica (1996-2006).

Condizioni d’uso

Strumenti di ricerca

Inventario sommario del 2006 a cura di Federica Malaguti.

Strumenti di ricerca su web
Consultabilità Si ritiene che la documentazione, in particolar modo quella conservata nella sezione "Inchiesta giudiziaria", sia soggetta al limite di consultabilità di 40 anni previsto dal D.lgs. 22 gen. 2004, n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, art. 122, c. 1, lett. b).
Lingua Italiano.
Stato di conservazione buono

Note

Note redazionali Inventario a cura di Lorenza Iannacci e Salvatore Alongi redatto tra il 2010 e il 2011 nell'ambito del progetto "Una città per gli archivi", promosso dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna.